Cappuccetto rosso, verde, giallo, blu e bianco

munari_cappuccetto Cappuccetto rosso, verde, giallo, blu e bianco
Bruno Munari
Einaudi Ragazzi  1993
Pag. 125 €7,75

Alla versione ufficiale della storia di Cappuccetto Rosso dei fratelli Grimm, seguono quattro possibili e originali varianti raccontate da Bruno Munari.

Ogni storia è incentrata sul colore del copricapo della piccola protagonista e così Cappuccetto verde con il suo copricapo di foglie porta alla nonna Cicalina, insieme alle sue amiche rane, menta, prezzemolo e insalata; la Cappuccetto Giallo metropolitana scampa i pericoli del traffico grazie ai canarini; Cappuccetto Blu invece, ovviamente, vive sull’isola Bluetta, non troppo lontano dalla nonna Celestina che va a trovare sfuggendo alle grinfie del pesce-lupo…

E infine, a mio avviso, il capolavoro: Cappuccetto Bianco. Una storia così semplicemente semplice da risultare geniale.

cappuccetto-rosso_small1

Leggendo questa storia dalle bianche pagine innevate gli ingranaggi dell’immaginazione si mettono in moto e nella nostra mente iniziamo a figurarci candide figure e, iniziamo anche a sentire qualche brivido di freddo…

Come indicato sulla quarta di copertina il libro è indicato per bambini dai 6 anni in su, meglio se già conoscono la fiaba originale.

Le diverse versioni di Cappuccetto Rosso si fanno leggere  davvero in fretta ed è divertente scoprire sotto che vesti si nascondono i lupi e come se la cava la piccola bambina che va a trovare la vecchia nonna malata.

E perchè quindi non seguire l’esempio di Munari proseguedo questo esercizio di fantasia per creare ancora nuove storie? Raccontateci allora di che è il copricapo della vostra Cappuccetto!

Related Posts with Thumbnails
Questa voce è stata pubblicata in essere genitori, libri e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Cappuccetto rosso, verde, giallo, blu e bianco

  1. Enrico scrive:

    Non ho letto questo libro, ma mi piace pensare a Cappuccetto Rosso come a una bambina viziata, senza rispetto per alcuno, insomma una creatura terribile e al lupo come una magnifico animale del bosco, dal portamento regale, …

  2. EquAzioni scrive:

    Interessante Enrico, sai che c’è abbiamo scovato in libreria anche un “cappuccetto nero” che non si discosta troppo (però non l’abbiam comprato perchè anche se la storia sembra molto divertente – Cappuccetto sempre in ritardo, la nonna sorda come una campana che non apre al lupo.. ) i disegni, un po troppo “gotici” , non ci piacevano troppo..

  3. alessandra scrive:

    Bello, veramente bello.

    Io adoro i lavori di Munari, anche i laboratori ispirati a Munari sono geniali .

E tu che ne pensi? Lasciaci il tuo commento